Come funziona l’assicurazione per praticanti avvocati

Come funziona l'assicurazione per praticanti avvocati 1La professione di avvocato è esposta a diversi tipi di rischio ed è questo il motivo per cui è consigliato stipulare una assicurazione professionale per praticanti avvocati.

In realtà questa assicurazione, che prima era solo consigliata, da novembre 2017 è diventata obbligatoria, dunque è ancora più importante capire come funziona e quali sono i benefici per tutti quelli che la sottoscriveranno.

L’assicurazione per avvocati è una polizza assicurativa che si occupa di pagare eventuali danni che sono causati a terzi dallo studio legale. Con l’assicurazione professionale per praticanti avvocati la compagnia assicurativa si impegna a rispondere anche di eventuali danni che potrebbero essere causati a terzi dai praticanti.

Bisogna a questo punto mettere in chiaro che l’assicurazione per praticanti avvocati non è obbligatoria, ma consigliata. Tutti gli iscritti all’albo dei praticanti possono dunque scegliere liberamente se stipulare o meno questa polizza assicurativa.

Il discorso cambia invece nel caso dell’assicurazione per avvocati, perché questo tipo di assicurazione è obbligatoria e deve essere stipulata da tutti gli avvocati e da tutti gli studi legali.

Nonostante la polizza assicurativa per i praticanti avvocati non debba essere per forza stipulata per legge, il Consiglio Nazionale Forense ha pubblicato una dichiarazione nella quale si comunica la forte raccomandazione alla stipulazione di una assicurazione.

I praticanti avvocati non sono infatti esenti da rischi e potrebbero causare dei danni a terzi, di cui poi sarebbero tenuti a rispondere. In questi non auspicabili casi potrebbe tornare utile una assicurazione professionale appositamente stipulata.

Un discorso simile vale per la polizza infortuni per avvocati. Anche in questo caso la polizza è obbligatoria per gli avvocati, mentre viene solo consigliata ai praticanti, non essendoci un obbligo di legge che imponga la stipulazione della stessa.

Analogamente a quanto avvenuto per l’assicurazione per praticanti avvocati, anche nel caso della polizza infortuni il Consiglio Nazionale Forense ha espresso la sua forte raccomandazione, perché questo servizio assicurativo protegge da eventuali infortuni anche negli spostamenti e dagli infortuni subìti in orario lavorativo in un ambiente diverso dall’ufficio.

Per quanto riguarda il prezzo di questa polizza, esso varia a seconda della compagnia assicurativa con la quale si sceglie di stipulare il contratto. Possiamo dire che in media il premio assicurativo che viene richiesto si attesta intorno ai 200 euro all’anno, ma si possono trovare sia offerte più convenienti, sia proposte più dispendiose.

Consigliamo dunque di effettuare un confronto delle diverse polizze per praticanti avvocati prima di scegliere quella da sottoscrivere.