Auto

Cosa sono gli pneumatici M+S

Gomme Mud+Snow quando e perché sceglierle

Gli pneumatici M+S (Mud & Snow) sono gomme invernale, adatte come indica questa marchiatura, a fondi caratterizzati da fango e neve. Sono un sinonimo di pneumatico invernale? Non proprio, vediamo subito il perché.

Ogni anno, in genere nel periodo compreso tra i mesi di ottobre e dicembre parte una sorta di corsa all’acquisto delle gomme invernali, che in Italia sono obbligatorie tra la metà di novembre e quella di aprile. Si può optare per gomme M+S o avere a bordo sempre dei mezzi antisdrucciolevoli (che siano omologati), come catene o calze da neve.

Molti pensano (ma sbagliano) che gli pneumatici identificati dalla sigla M+S siano sempre adatti per qualsiasi condizione, tipicamente invernale, anche la più estrema, ma non è esattamente così che stanno le cose. A rendere tale uno pneumatico M+S è uno speciale disegno del battistrada, che deve avere peculiari caratteristiche tecniche, tra le quali tasche e fessure multiple, solchi con una larghezza trasversale minima di 1/16 di pollice, canali con angolazione tra 35 e 90 gradi rispetto alla direzione di marcia e un’area di vuoto complessiva di almeno il 25% sul totale.

Quando fu introdotta la marchiatura M+S indicava unicamente la presenza di solchi per espellere l’acqua, la neve e il fango. Nelle gomme moderne, assieme alla marchiatura M+S troviamo spesso anche il fiocco di neve , introdotto dai produttori di pneumatici di USA e Canada. Questo pittogramma indica l’uso di mescole che garantiscono spazi di frenata adeguati anche con temperature inferiori a 7 gradi e in presenza di neve o ghiaccio.

Per essere in regola con la legge italiana, montare in inverno pneumatici con la marchiatura M+S è sufficiente, ma è bene sapere che questa dicitura non indica solo gli pneumatici invernali, ma anche quelli 4×4 e i cosiddetti quattro stagioni. Tutte queste gomme si possono usare in inverno e avendo il marchio M+S permettono, con apposite scanalature, di convogliare ed eliminare meglio fango e neve, ma non sono necessariamente ottimizzati per le condizioni di guida invernali più estreme.

Le gomme quattro stagioni sono senza dubbio molto comode e vengono infatti scelte da un crescente numero di persone, quelle di ultima generazione poi, garantiscono effettivamente prestazioni molto buone, anche in inverno.

Se si è particolarmente attenti alla sicurezza e ci si trova a guidare spesso su fondi ghiacciati, senza dubbio saranno preferibili gomme invernali (o termiche) rispetto a pneumatici 4 stagioni, anche se come detto M+S. La presenza delle marchiature Mud + Snow assieme a quella del fiocco di neve, garantiscono invece buone prestazioni e sicurezza anche nei messi più freddi e nelle condizioni di guida più estreme.

Alcuni montano le gomme 4 stagioni e credono di aver risolto per sempre i loro problemi. In realtà le gomme 4 stagioni andrebbero cambiate al massimo dopo 5 anni e comunque dopo aver percorso tra i 20 e i 40.000 km. Se si opta per pneumatici low cost, sarà bene prestare sempre massima attenzione alle loro condizioni e sostituirle anche prima se si nota qualcosa di strano. Concentrarsi troppo sul desiderio di risparmiare, quando si parla di sicurezza stradale non è mai una buona idea.

Tags

Articoli simili

Back to top button