AssicurazioniAuto

Costo assicurazione auto, dove è più alto in Italia?

L’Ivass, l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, autorità nazionale che vigila sul settore, ha stilato una classifica dei costi italiani dell’Rc Auto, il dato aggiornata è mediamente in leggero calo e si attesta su un premio medio di 415 euro (che erano 419 nel trimestre precedente).

Il 50% di chi ha una polizza auto in Italia paga meno di 372 euro. Il 10% degli assicurati arriva invece a pagare addirittura meno di 235 euro l’anno.

I 415 euro del premio medio pagato dagli italiani si suddividono più nello specifico in 52 euro di imposte, 34 euro di contributo al Servizio Sanitario Nazionale e 329 euro per l’assicurazione vera e propria.

Nel tempo abbiamo sostanzialmente assistito ad una riduzione del premio, ma ad un aumento significativo delle aliquote e di conseguenza dell’incidenza della fiscalità sul totale pagato dagli automobilisti. Dal 2011 ad oggi l’aliquota è passata dal 12,5% fino all’attuale 16%.

Vediamo ora a livello geografico come cambiano i costi delle assicurazioni auto, è cosa piuttosto nota infatti che l’Italia non sia unita, almeno da un punto di vista assicurativo, generalmente al sud o comunque nei luoghi dove si verificano un maggior numero di incidenti il premio dell’RC è più elevato, visto il maggiore rischio. È sempre così? Vediamolo assieme un po’ più nel dettaglio.

Napoli e Prato rimangono le province nelle quali è più costoso sottoscrivere una polizza Rc Auto, si parla di oltre 600 euro l’anno e in particolare 618 a Napoli e 606 euro a Prato, un vero salasso.

Le province più economiche e di conseguenza maggiormente virtuose sul fronte dei sinistri risultano essere invece Oristano e Aosta, dove mediamente per l’RC auto si pagano rispettivamente 296 e 302 euro.

Non sempre al nord si paga meno, la situazione è a macchia di leopardo e spesso le grandi città, con il loro traffico tentacolare, influenzano negativamente le tariffe.

La geografia non è poi l’unica variabile da tenere attentamente d’occhio, anche l’età di chi sottoscrive la polizza ne può influenzare notevolmente i prezzo finale. Il costo medio dei contratti Rc Auto per gli assicurati sotto ai 25 anni d’età continua a essere elevato, si arriva anche 740 euro, pari ad un +78% rispetto alla media nazionale.

Un giovane sotto i 25 anni, che risiede in provincia di Napoli può ritrovarsi a pagare più del doppio rispetto ad un suo coetaneo di Bologna. Una differenza abissale che rischia di rendere l’RC auto (che è bene ricordare sempre essere obbligatoria) quasi un lusso per chi vive in certe zone e in particolare per i più giovani. Si paga l’inesperienza alla guida e forse una maggiore propensione ad atteggiamenti potenzialmente rischiosi se non propriamente spericolati, ma le differenze di prezzo appaiono in molti casi veramente eccessive e poco motivate.

Vota questo articolo

Tags

Articoli simili

Back to top button