Assicurazione sul parabrezza: Non servirà più

Assicurazione sul parabrezzaSiete stufi di dover mostrare il tagliando dell’assicurazione sul parabrezza? Per voi ci sono buone notizie: Dal prossimo 18 aprile tutte le compagnie assicurative inizieranno il lungo percorso che avrà termine entro il prossimo 18 ottobre, quando non sarà più obbligatorio esporre il contrassegno dell’assicurazione.

Non servirà più perché le autorità cercheranno di reperire informazioni tramite: Tutor, Autovelox, Targa System e posti di blocco. Si continuerà ad avere la possibilità di calcolare se un’automobile è in regola oppure se il pagamento dell’assicurazione non è stato effettuato. A partire dal 18 aprile tutte le compagnie assicurative dovranno riuscire a portare a termine il trasferimento dei dati degli assicurati in un’unica banca dati che sarà accessibile alla Motorizzazione.

Quando la banca dei dati sarà trasferita, tutti i sistemi di controllo entreranno in funzione e non ci saranno problemi di alcun genere. Infatti, basterà che uno dei dispositivi andrà a visualizzare la targa per memorizzarla e per capire se l’auto è coperta o meno da una compagnia assicurativa. Gli accorgimenti saranno molteplici e se qualcosa non dovesse risultare in regola, le multe partiranno da 841.00 euro a 3.366 euro. Inoltre sarà attivato il sequestro del veicolo.

Cambia ancor auna volta la nuova normativa che si applicherà alle polizze in scadenza a partire dal 1 luglio 2015. Stessa sorte anche per l’attestato di rischio che verrà rilasciato in forma elettronica, la compagnia assicurativa lo invierà almeno un mese prima dalla scadenza del contratto e sarà disponibile sul sito della compagnia.

La versione cartacea continuerà ad essere la stessa, se siete alla ricerca di qualcosa di nuovo su cui studiare, ecco che il mondo delle assicurazioni continua a offrire novità assolute da tenere in considerazione. Prima o poi una notizia di questo genere doveva arrivare e di certo tutti sanno di poter vivere le esperienze migliori per poter parlare delle novità integrate in questa futura legge.

Tutti sanno benissimo che le occasioni non mancano e questa innovazione permetterà finalmente di tenere sotto controllo tutti, anche gli automobilisti che spesso effettuano infrazioni senza pensarci. Questo è il momento migliore per iniziare a valutare tutte le alternative disponibili e professionali per vivere senza danni di alcun genere.